Notizie flash

Normativa e circolari

INVALSI: Nota sugli alunni disabili - del 15/4/2010

Difronte alle numerose domande pervenute, l’INVALSI ritiene opportuno fornire alcuni
chiarimenti in merito alla partecipazione degli alunni disabili1 alle prove SNV.


Si sottolinea, in premessa, che le prove SNV (II e V primaria e I secondaria di 1° grado) non
sono finalizzate alla valutazione individuale degli alunni, ma al monitoraggio dei livelli di
apprendimento conseguiti dal sistema scolastico, nel suo insieme e nelle sue articolazioni.


Qualunque sia la tipologia di disabilità di un alunno, essa deve essere segnalata sulla Schedarisposta dei singoli studenti, barrando l’opzione più appropriata fra quelle di seguito indicate (che rispecchiano la categorizzazione utilizzata per l’esame di conclusione del primo ciclo): 1=disabilità intellettiva; 2=disabilità visiva: ipovedente; 3=disabilità visiva: non vedente; 4=DSA; 5=altro.
Ciò consentirà di considerare a parte i risultati degli alunni disabili e di non farli rientrare nella
elaborazione statistica dei risultati di tutti gli altri alunni.
Tenuto conto di quanto sopra, la decisione di far partecipare o meno (e se sì con quali modalità) gli alunni con certificazione di disabilità intellettiva (o di altra disabilità grave), seguiti da un insegnante di sostegno, alle prove INVALSI è rimessa al giudizio della singola scuola.

Questa può:

1) non far partecipare alle prove gli alunni con disabilità intellettiva o altra disabilità
grave, impegnandoli nei giorni delle prove in un’altra attività;
2) farli partecipare insieme agli altri studenti della classe, purché sia possibile
assicurare che ciò non modifichi in alcun modo le condizioni di somministrazione, in
particolare se si tratta di classi campione.


Gli alunni ipovedenti o non vedenti partecipano alle prove nelle stesse condizioni degli altri (i
fascicoli loro destinati sono stampati con caratteri ingranditi o sono in scrittura Braille).
Gli alunni con diagnosi di DSA partecipano alle prove SNV nelle stesse condizioni degli altri.
Si ribadisce che, in ogni caso, i risultati di tutti gli alunni per cui sia stata segnalata sulla Schedarisposta individuale una condizione di disabilità verranno elaborati in maniera a sé stante così da non incidere sul risultato medio della scuola o della classe.


Nota1 - Si intendono con questo termine gli alunni per i quali esista una certificazione o una diagnosi dell’ASL competente riconducibile ad una delle categorie di disabilità previste nella categorizzazione usata per l’esame di licenza media.

Il testo della nota in pdf

Di fronte alle numerose domande pervenute, l’INVALSI ritiene opportuno fornire alcuni
chiarimenti in merito alla partecipazione degli alunni disabili1 alle prove SNV.
Si sottolinea, in premessa, che le prove SNV (II e V primaria e I secondaria di 1° grado) non
sono finalizzate alla valutazione individuale degli alunni, ma al monitoraggio dei livelli di
apprendimento conseguiti dal sistema scolastico, nel suo insieme e nelle sue articolazioni.
Qualunque sia la tipologia di disabilità di un alunno, essa deve essere segnalata sulla Schedarisposta
dei singoli studenti, barrando l’opzione più appropriata fra quelle di seguito indicate (che
rispecchiano la categorizzazione utilizzata per l’esame di conclusione del primo ciclo):
1=disabilità intellettiva; 2=disabilità visiva: ipovedente; 3=disabilità visiva: non vedente; 4=DSA;
5=altro.
Ciò consentirà di considerare a parte i risultati degli alunni disabili e di non farli rientrare nella
elaborazione statistica dei risultati di tutti gli altri alunni.
Tenuto conto di quanto sopra, la decisione di far partecipare o meno (e se sì con quali modalità) gli
alunni con certificazione di disabilità intellettiva (o di altra disabilità grave), seguiti da un
insegnante di sostegno, alle prove INVALSI è rimessa al giudizio della singola scuola.
Questa può: 1) non far partecipare alle prove gli alunni con disabilità intellettiva o altra disabilità
grave, impegnandoli nei giorni delle prove in un’altra attività;
2) farli partecipare insieme agli altri studenti della classe, purché sia possibile
assicurare che ciò non modifichi in alcun modo le condizioni di somministrazione, in
particolare se si tratta di classi campione.
Gli alunni ipovedenti o non vedenti partecipano alle prove nelle stesse condizioni degli altri (i
fascicoli loro destinati sono stampati con caratteri ingranditi o sono in scrittura Braille).
Gli alunni con diagnosi di DSA partecipano alle prove SNV nelle stesse condizioni degli altri.
Si ribadisce che, in ogni caso, i risultati di tutti gli alunni per cui sia stata segnalata sulla Schedarisposta
individuale una condizione di disabilità verranno elaborati in maniera a sé stante così da
non incidere sul risultato medio della scuola o della classe.
1 Si intendono con questo termine gli alunni per i quali esista una certificazione o una diagnosi dell’ASL competente
riconducibile ad una delle categorie di disabilità previste nella categorizzazione usata per l’esame di licenza media.

Chi e' online

Abbiamo 80 visitatori e nessun utente online

Login

Inserire Nome utente e Password per accedere ai servizi che richiedono la registrazione