Notizie flash

Elenco di tutte le news

“Quello sguardo sottile”… a Cantù il 10 ottobre

Viaggio irriverente nel mondo della disabilità 

Lo sguardo verso una persona con disabilità spesso sottolinea la tristezza, il dolore, la sfortuna, il limite. Più frequentemente tendiamo a cogliere ciò che la persona disabile “NON ha”, NON fa, NON sa” in un infinito elenco di “non”, di mancanze e deficit.

Il disabile è indubbiamente un essere umano che ha lese alcune sue funzionalità: ma è innanzitutto un essere umano.  Un bambino disabile è innanzitutto un bambino con tutte le esigenze di ogni bambino: giocare, imparare, avere degli amici (avere degli amici!) essere considerato ed apprezzato per quel che sa essere e sa fare, che sia poco o tanto. Un bambino che diventerà un adulto che ha voglia  di essere accolto e di partecipare al contesto sociale dove vive ed al quale può offrire molto, anche se con modalità apparentemente poco consuete.

La serata, quindi, è rivolta particolarmente alle persone “normodotate” e nasce dal desiderio di chi vive la disabilità “da dentro” di  farne conoscere gli aspetti più profondi, le grandi gioie ed i grandi dolori a chi vive questa disabilità “da fuori”, affinché si possa vivere serenamente gli uni accanto agli altri nella vita di tutti i giorni.

Sebbene il tema possa sembrare impegnativo e , forse, pesante i racconti, gli aneddoti, le testimonianze, i video che saranno al centro della serate vi permetteranno di immergervi in un mondo ricco di  sentimento, profondità, autoironia, determinazione, gioia ed anche comicità.

Tutto questo lo vivremo Venerdì 10 Ottobre 2014 al Teatro San Teodoro di via Corbetta 7 a Cantù (Co). Insieme a Claudia Trombetta, psicologa psicoterapeuta nonché mamma della nostra Associazione, con le voci di Giorgia Valsecchi e Marco Schiatti.

volantino

Chi e' online

Abbiamo 106 visitatori e nessun utente online

Login

Inserire Nome utente e Password per accedere ai servizi che richiedono la registrazione